Il futuro della moda passa da Torino

CLAUDIO AZZOLINI

27 maggio 2019
Nato a Torino, 1969, si è da sempre occupato di vendite per aziende prestigiose, dalla Lavazza ad imprese orientate all’estetica come Sportarredo, Germaine de Cappucine, Skeyndor, Revivre. Dal 2012, dopo diversi anni dedicati all’organizzazione di sfilate di moda, è diventato un agente per le regioni Piemonte e Valle d’Aosta in merito all’International MISS WORLD contest. Ha partecipato per tre anni a circa 50 selezioni in importanti locations come il castello di Saffarone, Audi Terminal, Mirafiori Motorvillage, Golf club il Feudo, il castello di Moncrivello, Mont Blanc Hotel, Palazzo delle Feste, Palazzo Boglietti, Tenuta Mazzetti D’Altavilla, etc. Nel 2015 è stato contattato dallo showman torinese, Piero Chiambretti, per reclutare modelle per il programma Chiambretti Supermarket sui canali Mediaset (Italia 1). Nel 2016, la Torino Fashion Week (TFW) è stata inaugurata con la partecipazione di 100 emergenti fashion designers da tutto il mondo. Nel 2017 ha proposto la seconda edizione della TFW introducendo la Modest Fashion grazie all’ Islamic Fashion Design and Council, il quale ha raggiunto grandi consensi internazionali.
Solare, ingegnoso, aperto e attento a tutto quello che è innovativo. Capace di creare e sviluppare nuovi progetti. Date le sue capacità relazionali e competenze e le esperienze vissute nei vari lavori intrapresi, egli crede che la formula vincente per raggiungere grandi traguardi, spesso considerati impossibili, sia vivere e lavorare con altre persone in un ambiente multiculturale, in spazi dove la comunicazione è importante e in situazioni dove è essenziale il lavoro sia in team che individuale. Appassionato di viaggi, musica, batteria, innamorato delle due ruote, è sempre stato in movimento dall’età di otto anni, praticando diversi sport e vantando anche una cintura nera di kickboxing.